Home

Ciriciao dal vostro  Birbo e dal gatto Puricchio

Ciriciao da Birbo Bicirossa
e dal gattone Puricchio

Io sono buono, ma se perdo la pazienza ...

Io sono buono, ma se perdo la pazienza …

 

Beh … ciao, eh? Allora mi ci presento subito, io sono Birbo Bicirossa e il mio babbo è l’Oscuro Signore, e sono un normalissimo ragazzino che però si muove nel Tempo e nello Spazio. Sì, lo so che non ci credete, ma non importa, perché solo i vecchi di dieci anni o più non mi credono, e si sa che dopo i dieci anni si diventa stupidi. Per questo ho deciso di non crescere mai, e posso farlo proprio perché molto spesso viaggio nel Tempo. Sono contento se mi leggete, ma però attenti che è tutto in formato testo, e quindi non cercate filmati o collegamenti a siti di nudo, che non ce li trovate mica, eh? 😀

**********************************

Attenzione, quella che ora segue è una vera e propria sfida al povero lettore, leggi la storia, e se ne sei in grado aggiungi le poche righe che mancano per farne un racconto umoristico.
Però ti avviso che fino ad oggi hanno fallito tutti ^_-_^!

Cronache di Camelot

“Fermatevi voi cavalieri, chi siete e a quale cagione volete lasciare le sicure mura di Camelot? Non sapete dunque che un feroce drago, con fredda ira e fetido alito infuocato, sta ora straziando tutte le campagne e i villaggi intorno?”
“Sappi o vigile sentinella che io sono il glorioso Barone Spaccamonti, per grazia d’Artù nobile cavaliere, e per grazia di Dio senza macchia e senza paura.
Aprimi dunque subito codesto tuo portone, che io bramo invero di trovare e uccidere la spietata belva che tanto immeritato male già ci fece.”
“O molto nobile cavaliere, o specchio e lustro di tutta la cavalleria, nulla mi sarà più gradito dell’apprendere della tua gloriosa vittoria sull’infernale bestia. Ma dimmi, il taciturno compagno che ti segue d’appresso, quale sorta d’uomo è dunque egli?
“O accorta sentinella, ad egli non badare, poiché è solo uno stupido e vile servo di nome Felice, che mi porto al seguito per disbrigare quelli più umili mestieri e bisogne, che mal s’acconcerebbero ad un gran nobile mio pari.”
“Passi allora, mio assai valoroso cavaliere, e passi pure quello tuo stupido servo, e possa io e tutta la città di Camelot poter presto festeggiare la magnifica tua vittoria.”

Clop.. clop .. clop.. clop..
Clop.. clop .. clop.. clop..
Clop.. clop .. clop.. clop..

>
>
Dopo alcuni giorni.

Clop.. clop ..
Clop.. clop ..
Clop.. clop ..

E poi? Sapresti tu dirmi che accade dopo? Non mancano che poche battute per rendere questa storia assai divertente, vuoi provare?
Non vuoi? Eh … hai paura e rinunci, eh? Va bene, allora volta pagina e goditi le mie avventure.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...