Tag

 

Coordinate spazio-temporali: anno 1922, nella cittadina di Göttingen in Bassa Sassonia.

“Beh … ma sai che questa simpatica birreria è ormai uno dei miei posti preferiti nel Tempo? E a proposito, ci beviamo qualcosina?”

“Ma certo Birbo, cameriere porti due scure al nostro solito tavolo!”

“Oh Werner, guarda che oggi sono un poco scoperto … ehm … non è che potresti … sai …”

“Stai tranquillo Birbo, naturalmente le birre le pagherò io.”

“Eh … grazie davvero… che sai com’è … che spostandomi nel tempo mi ci è parecchio difficile di portarmi dietro del denaro, eh?”

“Va bene Birbo, dopotutto sei un bambino simpatico, e almeno hai sempre una scusa originale.”

“Eh … ma è possibile che non mi ci crede mai nessuno di voi adulti?”

“Mah … veramente qualche dubbio mi è venuto, sai quegli appunti matematici che spesso mi porti?”

“Eh? Ah… tu dici dei pacchetti di sigarette scarabocchiati?”

“Proprio quelli, l’ultima volta c’era qualcosa sulla composizione del nucleo, dove hai detto che li trovi?”

“Beh … a Roma c’è un istituto scientifico … oh … ci lavorano dei ragazzi matti … in via Paniperna mi pare … beh … c’è un cestino che ci vuotano tutte le sere, e oh … lì in mezzo alla roba che buttano …”

“Uhm … e oggi me ne hai portato uno nuovo?”

“Eh … nuovo per modo di dire, che è tutto stropicciato … ma senti, che ci fai la collezione?”

“Eh? Ah sì, qualcosa del genere … ma guarda qui … sembra molto interessante …”

“Eh Werner … però non farli vedere a nessuno … che non sono proprio esatti di questo periodo storico, insomma, se aspetti qualche anno è meglio, che per ora sono un cronismo…”

“Anacronismo vuoi dire?”.

“Sì, ma di poco poco … beh però sei un amico e allora … ehm … ci sarebbe dell’altra birra?”

“Cosa? Oh birra … scusa, stavo riflettendo … cameriere ci porti un altro giro la prego …”

“Ah ecco … oh … queste grandi scure sono davvero buone …”

“Già … e dimmi Birbo … cos’altro puoi dirmi su questi pacchetti vuoti?”

“Eh? Beh … in Italia li vendono con dentro dieci sigarette di cattivo tabacco, che loro ci chiamano macedonia, e poi …”

“Ma le formule Birbo, chi le scrive sui pacchetti?”

“Boh … e io che ne so? Oh … quel posto è pieno di matti, te l’ho già detto, eh?”

“Ma questi sembrano calcoli molto originali di meccanica delle particelle, possibile che li buttino via così?”

“Mah … io quello che posso dirti è che non interessano a nessuno, e se invece a te ti piacciono facci pure quello che meglio credi, eh?”

“D’accordo Birbo, farò così … e se da questi spunti che mi fornisci dovessi ricavare qualcosa di valido …”

“Eh … allora potrai considerarti ripagato per tutte le birre che mi ci hai così gentilmente offerto … compreso la prossima.”

“D’accordo Birbo, ti ho ben capito … cameriere un nuovo giro la prego.”

“E’ sicuro signor Heisenberg? Guardi che il suo conto è già parecchio lungo.”

“Gott im Himmel … d’accordo che sono solo un giovane studente, ma ho promesso di ripagarla presto, e lei sa che non tollero si dubiti della mia parola.”

“Mi perdoni signore, io non intendevo di certo offenderla… ecco le vostre due birre e mi scusi ancora.”

“Così mi piaci amico Werner… che quando ci combatti per i tuoi principi tu non ci hai nessuna indeterminazione, eh?”