Tag

Coordinate spazio-temporali: 1300 a.C, alla corte del Faraone

“Dov’è quella piccola canaglia? … ah … eccoti ingegnere capo dei miei calzari … volesse Osiride che non t’avessi mai innalzato ad un tale prestigioso incarico”.

“Eh … hic … ma tu chi sei?”.

“Chi sono io? IO SONO IL TUO FARAONE, IL TUO DIO IN TERRA”.

“Il Faraglione?”.

“Ma quale faraglione, io sono il FARAONE”.

“Ah … tu sei il Faraone Faraglione? Con quella faccia? Aspetta, gira la testa che controlliamo se sei davvero tu … ecco così … sì … beh insomma… sei più brutto che dipinto, ma a te stesso ci assomigli abbastanza”.

“SACRILEGO, COME OSI TOCCARMI? IO TI FACCIO GETTARE IN PASTO AI SACRI COCCODRILLI …”.

“Eh … calma … è solo che se non ti metti di profilo non ti ci si riconosce mica, eh? Beh … ma come sei nervoso stamattina … hic … che per caso sei sceso dal sarcofago dal lato sbagliato?”.

“Ma tu sei ubriaco? Ah maledetto … ora capisco la tua insolenza … povero me che pazienza ci vuole … basta, se riesci a ragionare veniamo agli affari”.

“E certo che ragiono … hic …che ho sentito che mi cercavi, e anche se sono pieno di lavoro subito sono venuto … a sentire quale stupidaggine volevi stavolta, eh?”.

“Subito? Ma se sono almeno sei mesi che cerco di parlarti?”.

“Eh va beh … hic …ma sei mesi sono niente per uno che è ingegnere capo del Faraglione, che pensa che noi altri si costruisce roba che durerà per sempre e pure forse di più, eh?”.

“Ah ecco … infatti desideravo proprio chiederti come procede la costruzione della mia reale tomba”.

“Reale tromba? Ma scusa … hic … quale reale tromba?”.

“Grrrrrr … la piramide Birbo … la piramide in cui dopo la morte verrà conservato il mio corpo debitamente imbalsamato …”.

“Oh … ma mica che ti senti male Faraglione? No … hic … è che allora ci terrei a essere pagato in anticipo, eh?”.

“Attento furfante, io sto benissimo, e fra noi due sei tu quello che quasi sicuramente non vedrà sorgere l’alba di domani”.

“Beh ci hai preso… infatti di solito io dormo fino a tardi … ma comunque sono contento se ti senti bene … hic … o vostra divinità, che oh … a volte basta un doloretto da niente … che uno dice che è solo una fitta … una sciocchezza pensa, e invece….”.

“Ma anche se fosse, io ho degli ottimi guaritori al mio servizio”.

“Eh appunto per questo … hic …tu chiami il medico per un doloretto da niente, e invece quel cialtrone ignorante t’ammazza con la sua cura da macellaio, eh?”.

“Non divagare Birbo … dimmi della mia tomba”.

“Ma Faraglione … tanto non ti serve tanto presto, che oh … stai talmente bene che … hic …non ci dimostri per niente i tuoi cinquant’anni, eh?”.

“BIRBO …IO HO SOLO VENTICINQUE ANNI”.

“Eh … scusa Faraglione ma sai com’è … hic … io sono talmente giovane, che tutti quelli sopra i quindici anni mi ci sembrano ormai dei vecchi bacucchi, eh?”.

“MALED … GRRRRRR … il fegato …basta … per la mia salute non devo arrabbiarmi … lasciamo perdere … allora a che punto sei per la mia piramide? Con tutto l’oro che hai già ricevuto almeno le fondamenta le avrai poste, vero?”.

“Eh … la piramide … beh … hic … in effetti … come dire … insomma, diciamo che mi ci pareva quasi uno spreco costruirla … che occupava ottimo terreno fertile ed in fondo era un’anticaglia … hic …e allora coi soldi ci ho fatto qualcosa di molto assai meglio, eh?”.

“Birbo … ora sono pericolosamente calmo, vedi? Dunque spiegami esattamente cosa hai fatto invece d’edificare la mia piramide”.

“Bene Faraglione… ti ci dirò che ho avuto un’idea di molto più migliore … hic … ho iniziato a far scavare un canale … bello eh?”.

“Un …canale? Forse per irrigare i terreni con l’acqua del Sacro Nilo?”.

“No, di quelli così piccolini ce n’è già tanti … hic … il mio canale sarà una gigantesca via d’acqua che unirà il Mediterraneo al Mar Rosso … e sarà percorribile anche dalle più grandi petrolier … ehm … hic …grandi navi, ecco … e oh … i lavori sono pure a buon punto … che abbiamo già scavato fino ai Laghi Amari, eh?”

“Vuoi dire che hai usato tutto quell’oro e varie migliaia di schiavi, per scavare un inutile canale? E cosa me ne faccio di un canale navigabile, se non ci sono imbarcazioni di sorta a cui serva di navigarlo?”.

“Uffa Faraglione … ma noi dobbiamo costruire pensando al futuro, eh? Che oggi … hic … è vero che ci sono solo pochi pescatori su qualche misera piroga, ma un giorno il nostro canale ti ci farà guadagnare un sacco di soldi, coi pedaggi alle navi da trasporto, eh?”.

“Pedaggi? Navi da trasporto? Birbo, questa non sarà un’altra di quelle tue strampalate idee, che poi immancabilmente mi mettono nei guai?”.

“Nei guai? Ma quando mai una mia idea non si è rivelata più che ottima?”.

“Ti ricordo Birbo, che sei stato tu a propormi d’abbandonare i nostri dei per adorare il solo dio Sole”.

“Eh … va bene che avrai avuto qualche piccolo problema coi sacerdoti, ma …”.

“Qualche problema? Ma se sia l’Alto che il Basso Egitto mi si sono ribellati per questo…”.

“Va bene, ma avevo ragione io … che … hic… ti ricordo che ci avevamo investito un sacco, per fabbricare gli alberi di natale e le statuine del presepio, e quelli mica si vendono, se non c’è un dio unico che poi manda suo figlio a nascere tra di noi”.

“E la storia della bececletta? Quanto mi è costata la tua maledetta bececletta?”.

“Casomai era la BICIcletta … hic … e se ci è venuta male è solo per quelle capre dei tuoi artigiani, quelli che non ci capiscono neanche le più semplici istruzioni, eh? Che io volevo solo avere una piccola bici rosso porpora, … hic … e quelli non sono riusciti a fare la catena di pietra, e il freno a disco di bambù, e i cavi del freno …”.

“Basta Birbo … prima ero arrabbiato, ma ora sono talmente stanco, che forse avrò necessità della mia tomba prima del tempo stabilito, ma capisco che se spetta a te di costruirmela il mio corpo finirà sotto ad una duna di sabbia, vero?”.

“Ma dai Faraglione … hic… non ti ci demoralizzare eh? Che se proprio vuoi morire presto ascolta che facciamo, ti ci costruisco un gigantesco faro che indicherà ai naviganti l’ingresso del mio canale … e sotto alle fondamenta ci facciamo stare pure la tua camera funeraria, che idea eh? Pensa … hic …in tuo ricordo il monumento sarà chiamato Faro Faraone Faraglione… ah …hic … però le variazioni in corso d’opera costano mica poco, eh? Che dici, me lo sganceresti un’altro … hic …grosso anticipo?”.