Coordinate spazio-temporali: circa sessanta milioni d’anni nel passato, in mezzo ad una cretosa pianura alluvionale del tardo coriaceo oppure cretinaceo

Odo il gradito gorgoglio dell’acqua, e accaldato mi faccio largo tra un intrico di felci e cespugli spinosi, poco lontano vedo un piccolo torrente che scorre in una spaccatura nella nuda terra… e due strane creature bipedi e munite di coda, che si ristorano bevendo di quell’acqua fangosa attinta con le loro mani squamose e verdastre.

“Rettili alti due metri e che camminano e… retti…li? Strano … di botanica me ne intendo ma non sapevo fossero esistite delle bestie così”.

“Cosa? Un mammifero che … sssssttt … parla? Hai sentito Gog?”

“Ho sentito Magog … sssssttt … e sembra una bestiola quasi intelligente”.

“Eh …? E perché non dovrei essere intelligente? Oh … io ci ho quasi otto anni, ma tutti mi dicono che per la mia età sono ancora piuttosto furbo, eh?”.

“Incredibile … sssssttt … sembra persino capire quello che diciamo”.

“Incredibile? E perché sarebbe incredibile?”

“Perché voi mammiferi siete bestie senza cervello e timide ed indifese… sssssttt … e sopravvivete solo nascondendovi in buche del terreno e mangiandone i grassi vermi”.

“Eh … forse nella vostra epoca… ma io vengo da un lontano futuro eh?”.

“Sssssttt …dal … futuro? Dici dal futuro?”.

“Ma quale … sssssttt …futuro?”.

“Beh … il mio nome è Birbo e vengo da un lontanissimo futuro in cui voi rettili vi siete estinti, e i padroni ora siamo noi mammiferi di assai più grande intelligenza”.

“Per la Grande Lucertola …i rettili estinti? … sssssttt … ma come è possibile?”.

“Forse ha ragione il mammifero Birbo … sssssttt … dopotutto Gog anche i nostri scienziati sono preoccupati per i recenti cambiamenti climatici”.

“Eh …? Volete dire che sapete d’essere in pericolo? Beh … ma allora è già caduto l’asteroide che dicono che abbia cambiato il clima della Terra?”.

“Quale asteroide … sssssttt … mammifero Birbo? I nostri scienziati sono preoccupati per l’effetto serra ed il buco nell’ozono”.

“Davvero? Beh … anche i nostri … ma quelle sono conseguenza dell’inquinamento … e qui non ne vedo mica di macchine od industrie… non mi direte mica che anche voi avete le automobili…?”.

“Ma certo mammifero Birbo… sssssttt … abbiamo auto a benzina riciclata che vanno da zero a trecento chilometri in sei secondi netti”.

“Ah sì? Però caro il mio rettile, noi del futuro ci abbiamo degli aerei che fanno il giro del mondo in appena dieci ore …”.

“Così tanto? I nostri aviogetti … sssssttt … ce la fanno in solo due ore”.

“Però noi abbiamo mandato degli astronauti fin sulla Luna”.

“Direi che è il minimo … sssssttt … noi abbiamo una piccola base su Marte ed una grossa colonia su di un satellite di Giove”.

“Beh … ma noi possediamo la bomba atomica … eh?”.

“Quell’inefficace anticaglia? Noi abbiamo i satelliti con raggio laser … sssssttt …ed anche i missili ad annichilazione diretta”.

“Ehm … ma … ecco, per esempio non vi sembra meraviglioso che ora io vi parlo nella vostra lingua da rettili? Eh … è perché gli scienziati di Atlantide mi ci hanno inserito un trasduttore nell’osso della mandibola … e così posso capire e parlare qualunque linguaggio mai usato nel corso della storia”.

“Davvero? Tu … sssssttt …tu Magog ti eri accorto che il cucciolo Birbo ci parlava verbalmente?”.

“No Gog … sssssttt … e come potevo? Sai bene che la nostra razza comunica solo telepaticamente”.

“Eh? Tele… paticamente?”.

“Già piccolo mammifero Birbo… tu hai creduto di sentirci parlare… sssssttt … ma la nostra mente è talmente superiore che siamo riusciti a capirti … sssssttt … a trasmettere al tuo pure inadatto cervello le nostre progredite impressioni mentali”.

“Beh … questa poi … ma se voi rettili siete tanto intelligenti com’è che vi estinguete e lasciate il posto a noi mammiferi? Eh … rispondete un po’ a questo se siete capaci … ah … e poi quasi mi ci scordavo … io vengo dal futuro e quindi so viaggiare nel tempo, e voi invece non ne siete mica capaci di farlo, eh?”.

“Aspetta cucciolo di mammifero … sssssttt … dai tuoi discorsi abbiamo capito che vieni dal futuro … ma sai dirci da quanto lontano provieni?”.

“Da quanto lontano? Beh … milione più o milione meno … circa sessanta milioni d’anni nel futuro… e mi dispiace dovervi dire che per allora voi poveri lucertoloni sarete estinti, e saranno sparite anche le incredibili invenzioni che dite di avere fatto, capito eh?”.

“Veramente anche noi conosciamo il viaggio nel tempo… sssssttt … e per l’appunto noi due proveniamo dal futuro di centoventi milioni di anni da adesso”.

“Eh? Ma … che vuol dire questo?”.

“Che sappiamo bene che tra sessanta milioni d’anni voi mammiferi sarete i signori del creato … ma poi per la vostra pazzia vi estinguerete … sssssttt … e allora ci evolveremo e vi sostituiremo noi rettili sapienti”.

“Ma … voi due non siete indigeni di questo posto?”.

“Lo senti Magog? Quanto … sssssttt … è tipicamente umana questa presunzione”.

“E’ solo un mammifero Birbo Gog …bisogna … sssssttt … avere pazienza”.

“Ma … davvero voi lucertoloni venite da un futuro che poi sarà il futuro del mio futuro?

Ma io credevo …”.

“Che fossimo aborigeni di questo tempo e luogo … sssssttt … ce lo hai già detto … sssssttt … ma non vedi che siamo circondati solo da selve di felci e grandi paludi? Dove sarebbero allora gli aerei e le astronavi di cui ti abbiamo parlato?”

“Eh … credevo fossero bugie che vi eravate inventati voi … solo per fare bella figura”.

“Cosa sono le bugie … sssssttt … Gog?”.

“Non saprei Magog … sssssttt … cosa sono le bugie piccolo mammifero Birbo?”.

“Beh niente … è solo un passatempo da mammiferi … ehm … ma davvero non sapete cos’è una bugia? Ma allora non andate a pesca? E poi … veramente siete viaggiatori del tempo? E davvero provenite da un epoca dove noi mammiferi siamo ormai storia passata?”.

“L’animale Birbo… sssssttt … sembra sconvolto Gog”.

“Non dovevamo dirglielo Magog … sssssttt … e ora capisco anche la saggezza della regola, che da sempre c’impedisce di viaggiare nel breve arco di tempo in cui i mammiferi dominarono la terra”.

“Già … ma non sapevamo che potessero viaggiare nel tempo, e la sorpresa di vederne uno qui … sssssttt … proprio nell’antica epoca in cui veniamo a rilassarci dallo stress, dalla fatica della convulsa vita nel nostro mondo troppo tecnologico…”.

“Dovremo avvisare gli altri viaggiatori di stare più attenti Magog… sssssttt … non è bene che vi siano altri incontri tra le nostre due razze…”.

“Eh? E perché poi? Che ci sarebbe di male se anche ci fossero?”.

“Voi mammiferi Birbi siete pazzi … sssssttt … lo affermano i nostri studiosi del passato”.

“Ah sì? Beh … come tecnologia siete più avanti di noi forse … ma è solo perché noi più che di inventare e produrre cerchiamo nuovi modi d’essere felici, eh?”.

“Ma i nostri studiosi… sssssttt … hanno trovato le prove durante gli scavi … sssssttt … che la vostra era una civiltà criminale e malata di violenza ed egoismo…”.

“Eh … ma ci si saranno sbagliati … che noi non saremo certo perfetti … ma nel ventunesimo secolo non ci sono guerra o povertà o malattie. E niente padroni e niente servi … o politici o avvocati … e c’è Nutella e Televisione Digitale in abbondanza … che noi ci vogliamo bene e siamo tutti felici … e passiamo tutta la giornata a giocare divertendoci, per poi tornare a casa la sera in un grande mulino tutto bianco che sta in mezzo a immensi campi di grano”.

“Davvero è così? Ma allora … sssssttt … dovremo rivedere tutte le nostre precedenti ed errate convinzioni …”.

“La loro sembra essere stata una civiltà sana e felice Magog …. sssssttt … che deve essersi estinta a causa di un evento imprevisto … forse un cataclisma naturale … sssssttt … ed è un peccato che non possiamo viaggiare nel loro tempo, perché avremmo certamente molto da imparare dagli antichi mammiferi Birbi…”.

“Sembra davvero così Gog… sssssttt … ed è nostro dovere appena saremo tornati di rettificare l’errore … sssssttt … spiegando a tutti che ci sbagliavamo giudicando tanto male gli antichi mammiferi Birbi”.

“Beh amici… io vi ci perdono volentieri … e d’altra parte la mia razza non serba mai rancore … essendo nella nostra natura di vivere in pace ed amicizia con tutti … oh … andate già via? … che peccato … ah … è con quelle cinture luminose che voi viaggiate nel tempo? …eh sì … hanno schiacciato un pulsante e sono scomparsi in fretta e furia come se si vergognassero… povere candide lucertolone … come ci sono rimaste male … loro che credevano d’essere tanto civili e progredite … eh, ma è inutile … che a noi scaltri mammiferi birbantelli a raccontar frottole non ci batte mica nessuno, eh?”.