Tag

Coordinate spazio-temporali: anno 1960, interno di uno studio cinematografico

Uffa …sono qui da ore che discuto col regista e lo sceneggiatore di questo film, e sono davvero due bei testoni, eh?

“Insomma Birbo, in pratica cosa non ti convince nella mia sceneggiatura?”

“Eh Joseph … è tutto bello per carità … solo che io cambierei la scena della vasca”.

“Ma Birbo, d’accordo che nel romanzo l’omicidio della donna avviene dentro una doccia, ma per il film io preferisco usare una vasca da bagno. E tu cosa ne pensi Alfred?”

“Sono d’accordo Joseph … e secondo me l’omicidio nella vasca è forse il punto a più alta densità drammatica di tutto il film”.

“Eh Alfred … sarà … io però penso ancora che dovreste farlo fare nella doccia”.

“Beh Birbo … noi due però preferiamo la vasca…”.

“Eh caro Alfred … ma anche nella Finestra Sul Cortile tu volevi togliere la carrozzina a rotelle, per fare usare a Jeffries solo le stampelle, vero?”.

“Beh … sì, pensavo che questo gli avrebbe lasciato più mobilità”.

“Ma invece avevo ragione io … come quando ho insistito perché in La Congiura degli Innocenti non si cremasse subito il corpo di Harry …”.

“Bene … diciamo pure che allora non avevi torto, ma il regista sono solo io, e questa volta non cambio idea e insisto per l’omicidio dentro la vasca”.

“Ma certo Birbo … convinciti che è meglio la vasca… la tensione … la drammaticità … il gorgoglio del sangue che si diffonde lentamente e crea un mulinello quasi ipnotico sul pelo dell’acqua …”.

“Ascolta Joseph … io continuo a preferire la doccia”.

“Ma vedi bene che anche la vasca ha i suoi meriti…”.

“Doccia deve essere e doccia sarà”.

“Sì, però nella vasca…”.

“Insomma Alfred, sei tu che comandi e io voglio che metti la doccia”.

“E io invece sono d’accordo con Joseph quando chiede la vasca”.

“Voglio la doccia”.

“Voglio la vasca”.

“La doccia”.

“La vasca”.

“La doccia”.

“La vasca”.

“Attento Alfred … io pretendo si usi la vasca”.

“Ed io esigo la doccia …ops … ma che ho detto?”

“Eh … eh … eh … ci sei cascato Alfredo … ora se sei di parola devi mettere la doccia”.

“Ma mi sono confuso Birbo … io non volevo dire …”.

“Ma hai appena detto doccia, lo vuoi negare?”

“E va bene Birbo, non litighiamo per questo. Faremo come vuoi tu”.

“Ma signor Hitchcock … la mia sceneggiatura …”.

“Mi spiace Joseph, dovrai riscrivere quella scena… ora scusatemi ma mi è appena venuto un gran mal di testa e devo andare a riposarmi un poco”.

“Okkei zio Alfred … vai pure che in un battibaleno io e Giuseppino ti sistemiamo tutto il film, fidati di noi eh?”

“Ma … senti Birbo… ora che siamo rimasti soli puoi finalmente dirmi cosa non ti piaceva nella scena dell’omicidio della vasca?”

“Eh Joseph, quello era un delitto troppo grosso … sarebbe passato un cattivo messaggio … voglio dire … e se chi vedeva il film decideva d’imitarlo?”

“Come? Vuoi dire che credevi che vedendolo … a qualcuno sarebbe magari venuta la voglia d’uccidere una donna?”

“Ma quale donna? Però chi lo vedeva forse avrebbe cominciato a preferire la vasca … e oh … tu lo sai che con la doccia si risparmia molta acqua, e che è un delitto ecologico scegliere di farsi il bagno nella vasca, eh?”.