Tag

Coordinate spazio-temporali: tempo 20 luglio 1969, in un appartato e segreto luogo di Hollywood

“Scusi signore io sono Birbo Bicirossa, e ora me lo dice chi è lei?”.

“Chi … Birbo Redcycle hai detto? Bene, io sono Neil … ma forse non dovevo dirlo …”.

“Ma tanto io so stare anche zitto a volte, eh? E dimmi Neil, questo è mica lo studio dove ci si registra Gilligan’s Island, vero?”.

“Che cosa? No ragazzino, qui stiamo registrando il … ehm …no volevo dire …ecco sarebbe complicato spiegarlo … insomma diciamo che … ma… ehm …tu cosa hai detto che stavi cercando?”.

“Eh… che io ho avuto una bellissima idea, e allora ne voglio parlare a qualcuno della serie televisiva dell’isola di Gilligan. Tu la conosci vero?”.

“In effetti ne ho visto alcune puntate… però credevo fosse già finita”.

“Eh? Allora dici che sono arrivato tardi?”.

“Credo che gli ultimi episodi li abbiano girati un paio d’anni fa, a meno che non debba uscire una nuova stagione di cui non so ancora nulla”.

“Ma allora ci uscirà di sicuro, eh? Che aveva troppo successo per lasciarla perdere, vero?”.

“Potrebbe anche essere, non saprei”.

“Eh … perché io vorrei proporre al professore un idea per una nuova invenzione, che te lo ricordi il professore?”.

“Il professor Hinkley? Quello che inventava sempre nuovi aggeggi con cui i naufraghi tentavano di lasciare l’isola, ma che in pratica non funzionavano mai?”.

“Bravo, proprio lui. Che io ci ho inventato una cosetta che potrebbe ridurre le liti in famiglia e fare durare molto di più i matrimoni, e se lui la facesse vedere nel programma…”.

“Ma davvero? E cosa sarebbe questo miracolo?”.

“Beh … si tratta di una tavoletta del cesso automatica, che quando s’avvicina un uomo che deve pisciare gli si alza da sola, e appena lui ha finito si abbassa di nuovo”.

“Caspita …tecnicamente non vedo come si possa fare, ma certo che se ci si riuscisse sarebbe veramente utile”.

“Ma certo, che finalmente il povero marito potrebbe pisciare in pace e non dover temere di dimenticarsi d’abbassare poi la tavoletta per la moglie brontolona, e questo piccolo passo per quell’uomo sarebbe un grande passo per l’intera umanità, eh?”.

“Ma che bella frase che hai detto, devo proprio cercare di ricordarmela”.

“Eh, sono contento che ti piaccia la mia idea Neil, ora però devo ancora andare a cercare dove ci si gira Gilligan’s Island, perciò grazie e arrivederci, eh?”.

“Arrivederci bambino, e grazie a te per … uhm …com’era quella frase? That’s one small step for a man, one giant leap for mankind? Perfetto, proprio la battuta ad effetto che i ragazzi di Houston non riuscivano a trovare”.