Tag

Coordinate spazio-temporali: tempo 23 aprile 1584, luogo Stratford-on-Avon

“Vuoi dire che questo scaltro romano osò declamare l’elogio funebre di Giulio Cesare, e lo fece ad una folla che aveva appena applaudito chi l’aveva ucciso?”.

“Esatto Guglielmo, e poi quelli della plebe lui li chiamò amici e romani, e pure concittadini, e poi gli raccontò che in fondo Bruto era stato un fetente traditore, perché invece Cesare nonostante tutto gli ci aveva voluto bene al popolo più umile, e così se li tirò dalla sua parte e grazie a loro conquistò il potere a Roma… mi segui?”.

“Certo Birbo, tu continua a parlare che intanto io scrivo.”

“Eh caro Shakespeare: … ma che scrivi a fare poi? Che non ti crederai mica che a qualcuno gli interessi di quello che io ci ho visto e sentito nei miei viaggi nell’antica Roma, e in Danimarca e Venezia e a Verona, eh?”.