Tag

,

Coordinate spazio-temporali: tempo 17 gennaio 1848, luogo Sierra Nevada

“Bene socio, ora che abbiamo trovato due buoni muli non ci resta che passare dallo Store per rifornirci di provviste … dunque ci serve del lardo, della farina, fagioli e caffè, e poi prenderei anche un paio di scatole di munizioni e …”.

“Ehm … senti John, visto che è quasi mezzogiorno io intanto potrei fare una visita al Saloon e vedere come fanno le bistecche e se hanno la torta di mele, che dici eh?”

“Beh … in effetti negli ultimi tempi abbiamo lavorato talmente tanto, che penso che prima di ripartire ci meritiamo almeno un buon pasto. Allora tu vai avanti e ordina al cuoco di mettere in padella un mezzo manzo e di seppellirlo con una montagna di patatine, però mi raccomando, non dire nulla sulla nostra concessione e sull’oro che ci abbiamo trovato, d’accordo?”.

“Eh … ci mancherebbe, eh John? Che basterebbe una sola parola sbagliata per scatenare una gigantesca corsa all’oro, che farebbe accorrere migliaia di balordi e avventurieri che non solo c’impedirebbero di lavorare, ma persino cercherebbero di fregarci la concessione”.

“Infatti sarebbe la nostra rovina, se i morti di sonno che vivono qui in paese scoprissero quanto oro c’è sulla Sierra. Acqua in bocca Birbo, mi raccomando”.

“Eh … certo … beh … però mica male come locale, che in uno sputo di paese come questo pensavo di trovare di peggio… salve barista, dammi da bere che devo lavarmi dal gargarozzo la polvere delle strade di mezza California”.

“Certo piccolo straniero, ma siccome sei nuovo del paese il primo giro lo offro io, vuoi della buona birra o dell’ottimo whisky?”

“Beh … visto che sei tanto gentile prenderò una bella birra fresca, ma solo se la bevi anche tu … ah grazie …eh … ci voleva proprio, che sollievo”.

“In una giornata calda è quello che ci vuole, vero? Ma senti ragazzino, tu sembri vestito da minatore, che ci fai da queste parti?”

“Eh … ma sono solo di passaggio …ehm senti, e se facessimo un altro giro, che dici? Magari di whisky? Però stavolta pago io, eh?”

“Eccoti servito … e uno anche a me allora, grazie … e dimmi, come ti sembra questa roba?”.

“Davvero buono, io dovevo tenere l’acqua in bocca ma questo è molto meglio … ce ne scoliamo un altro?”

“Uhm … tu però mi sembri molto giovane per bere tanto … ma li hai poi i soldi per pagare?”

“Soldi? Ma scherzi … hic … amico? Io e John Sutter sulla riva destra del fiume a tredici miglia a sud-est da qui … hic … ci abbiamo una concessione con tanto di quell’oro che posso comprarti tutto il locale … hic … sai? Eh … però non lo dire mica a nessuno … hic … che questo è un segreto molto e assai segreto, eh?”.