Tag

,

Coordinate spazio-temporali: tempo ore 20:50 del 27 giugno 1980, luogo aereo in volo tra Ustica e Ponza.

“ … e allora tu Birbo sei proprio di Bologna?”.

“Eh signor Andrea, sto a poca distanza, eh? Ma poi adesso devo andare a Palermo a portare una cosa al mio babbo, che quel distrattone se la è dimenticata prima di partire, eh?”

“Caspita … per farti fare questo viaggio il tuo babbo deve essersi dimenticato proprio qualcosa di prezioso”.

“Macché … è solo che a Palermo non si trovano i motori ad asse G, e così mi ci tocca portargliene uno da casa”.

“Motore ad asse G? E cosa sarebbe?”

“Eh … sarebbe un segreto, ma lei signor Andrea è simpatico e allora … beh … lei sa che una volta c’erano l’Atlantide e la Lemuria, vero?”.

“Quelle misteriose civiltà che secondo la leggenda sarebbero sprofondate in mare?”

“Beh … Atlantide non è sprofondata di certo … che se si sa dove guardare è lì ancora oggi, mentre Lemuria … beh … si potrebbe dire che è sprofondata, sì, eh … però loro erano molto più avanti, eh? E sa che tipo d’energia usavano?”.

“Aspetta … vuoi dire che usavano i motori ad asse G…?”.

“Esatto signore … che l’energia è già tutta intorno a noi, e il motore ad asse G la estrae e rende disponibile … oh … è un energia praticamente infinita, eh? Che basta un motore piccolo piccolo per illuminare una città intera, eh?”

“Davvero non si può dire che tu manchi di fantasia bambino mio”.

“Fantasia? Beh … se non ci crede glielo faccio pure vedere, eh? Eccolo qui il motore, lo prenda pure in mano che non morde mica, eh?”

“Ma … ma questo è solo un comunissimo ciondolo portachiavi …”.

“Ah sì? Beh … per quanto sia piccolo questo motore potrebbe fare volare dieci aerei come questo su cui siamo … eh … infatti la sfera d’ottone si può svitare, e dentro ce n’è una più piccola in nickel, e quella cattura energia perché uno dei suoi assi è sbilanciato in avanti nel tempo, e così per raggiungerlo gli altri assi dimensionali ruotano ad altissima velocità, e naturalmente senza attrito perché le due sfere sono tenute separate da un leggerissimo campo magnetico che gl’impedisce di toccarsi e …NO SIGNOR ANDREA… NON CERCHI DI SVITARE IL GUSCIO ESTERNO …”.

“E perché mai bambino? Non cap …

Ka-Booooooooooooooommmmmmmmmmmm

Sssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssss