Tag

, ,

Coordinate spazio-temporali: tempo 4 aprile 1961, luogo sala ovale alla Casa Bianca

“Signori, voi tutti già sapete che cosa penso dell’operazione Jmarc, però pur essendo il presidente non ho intenzione d’imporre il mio punto di vista, e quindi ci atterremo solo alla decisione che ora prenderà la maggioranza. Lei signor John D. Rockefeller è favorevole o contrario?”.

“Presidente Kennedy, come lei sa quei delinquenti hanno nazionalizzato la mia raffineria, perciò io sono favorevole”.

“E lei Generale Lyman Lemnitzer?”.

“Signor presidente, io ritengo che non sia il momento giusto per agire, quindi sono contrario all’intervento”.

“Signor James Rockefeller?”.

“Hanno espropriato la mia banca, è ovvio che sono favorevole”.

“E lei segretario alla Difesa Robert McNamara?”.

“Io signore ritengo che procedendo andremmo incontro ad una sonora sconfitta, voto contro”.

“E lei come vota signor David Rockefeller?”.

“Pure la mia banca mi è stata sottratta dal regime, naturalmente sono favorevole”.

“Come vota senatore William Fulbright?”.

“Signore, se lo facessimo saremmo dei criminali di guerra, io ne faccio una questione morale e voto contro”.

“E il signor Nelson Rockefeller?”.

“I miei terreni sono stati distribuiti ai loro contadini, sono favorevole”.

“E cosa ne pensa l’addetto alla sicurezza nazionale McGeorge Bundy?”.

“Signor presidente, io penso sia di gran lunga troppo rischioso e perciò voto contro”.

“Uhm … bene signori, a quanto pare nonostante l’ora tarda e la lunghissima discussione siamo ancora in perfetta parità, quindi il voto finale toccherà al solo che non si è ancora espresso. Per favore qualcuno svegli quel buffo ragazzino che secondo la CIA può prevedere il futuro”.

“Eh? … ahhhh … ma che c’è? Oh … ma non dormivo mica io, eh? Però … ahhhh … si è fatta una certa e domani dovrei pure andare a scuola e … ora posso andare a casa signor Kennedy?”

“Solo un attimo ragazzino. Noi stiamo votando l’operazione Jmarc, tu sei favorevole o contrario?”.

“Eh? … beh … io diciamo che … sono… boh … sono favorevole, ecco”.

“Bene bambino, spero la CIA abbia ragione e tu possa davvero prevedere il futuro, perché grazie a questo voto l’operazione Jmarc ora è stata approvata. Arrivederci signori, e preghiamo Dio d’aver preso la decisione giusta e di non dovercene pentire in un prossimo futuro”.

“Ehi … psssst …George … ma che diavolo è quest’operazione Jmarc che avrei appena approvato?”

“Ma Birbo, prima della riunione non hai letto il memo?”.

“Eh? Ma quale? Era questo foglietto su cui per la noia ci ho disegnato i pupazzetti? Eh … e che c’è scritto … ehm … a program of Covert action against … the Castro regime?”.

“Proprio quello, ma se ti sembra ancora troppo lungo e noioso da leggere te lo spiego in due parole, si tratta dell’invasione della baia dei porci”.

”Ehhhhhhhhhh?”.