Tag

,

Coordinate spazio-temporali: tempo 12 giugno 1752 luogo Filadelfia

“Più in alto bello mio, forza sali ancora … così bravo “.

“Eh … ciao zio Franklin, brutto tempo oggi, eh? Ma dimmi, tu non sei mica troppo anzianotto per giocare ancora con gli aquiloni come un bambino?”.

“Cosa? Oh … ciao Birbo … ti piace il mio aquilone, vero?”.

“Eh … bello davvero, eh? Mi ci fai divertire un poco anche a me?”.

“Scusa piccolo mio, ma sarebbe troppo pericoloso. Vedi quel temporale in arrivo? Beh … se i miei calcoli sono esatti presto un fulmine potrebbe colpire l’aquilone e scaricarsi a terra lungo questa cordicella … e infatti ecco i primi fulmini, allontanati subito perché l’esperimento potrebbe ferirti o ucciderti “.

“Eh … ma sai zio Ben che ci sono pochissime probabilità che un fulmine colpisca l’aquilone? E poi scusa, eh? Ma non crederai mica che il fulmine ci passi dentro questo piccolo filo? Eh … che guarda poi quanto è sottile, eh?”.

“Ragazzo mio, tu non capis … NO FERMO … se sollevi il filo da terra il fulmine potrebbe scaricarsi attraverso i miei …SBABANGBANGBANG … ahio … i miei … piedi.”.

“Ehi zio Ben, ha visto che bella fiammata? Che dici lo possiamo rifare?”.

“Ehhhhhhhhhhhh …”.

“Ih, ih, ih… ma sai zio che sei buffo coi vestiti bruciati ed il fumo tra i capelli arruffati? Ih, ih, la prossima volta magari metti un paio di scarpe con la suola in gomma come le mie, eh? Ma che hai ora, eh? Perché mi guardi così zio? E perché ora mi corri dietro? Ehi, ma che ti ho fatto io? Gulp … si vede che il fulmine …anf … anf … gli ha fatto bene alla salute dello zio…anf … anf … perché guarda come corre questo vecchio matto … eh?”.