Tag

Coordinate spazio-temporali: il tempo è zero assoluto meno
pochi secondi,il luogo è tutto ciò che è mai esistito o esisterà in qualunque
spazio e tempo.

Accipicchia che razza di viaggio, oh … che grande stanza tutta bianca … e laggiù? Chi sarà quel vecchietto tutto arruffato che sta trafficando con storte ed alambicchi? O è Babbo Natale o un alchimista come il mio babbo, avviciniamoci.

“Ehi .. buongiorno signore, lei chi è e cosa sta facendo?”.
“Cos.. ? .. CRASH .. Oddioio mi è caduta la fiala .. MA CHI CAZZO SEI TU?”.
“Ehi nonnino, non cominciamo eh? Che se tu sei sclerotico e ti cade la roba non è mica colpa mia, eh?”.
“Ma quella che mi hai fatto cadere era la fiala del Big Bang, TI RENDI CONTO CHE COSI’ HA AVUTO INIZIO L’UNIVERSO?”.
“Beh? E allora? Che c’è di male? Guarda nonnino che io mi chiamo Birbo e vengo dal futuro, e ho fatto il viaggio fino a poco prima di tempo zero proprio per vedere il Big Bang, anche se veramente m’aspettavo qualcosa di più spettacolare”.
“Ah, ma allora mi scusi tanto eccellentissimo signor Birbo del futuro, vorrà dire che la prossima volta la accolgo con un buon caffè e uno spettacolo di fuochi d’artificio, va bene così?”.
“Senti nonnino, il sarcasmo non mi piace”.
“Ma che nonnino e nonnino, io per quelli come te sono DIO, capito?”.
“Ah .. occhei caro Dio nonnino, ma senti, perché te la sei presa tanto per l’inizio dell’universo? Oh, una buona volta doveva pure iniziare, no? Eh, sennò come ci nasco io alla fine?”.
“Ma imbecille col botto, la vuoi capire che l’universo non era ancora pronto? E che, si fa così? Ma guarda che ero arrivato al punto più delicato, eh? Che quando si tratta di regolare le orbite terrestri o far suonare la musica delle sfere è facile, ma cazzo, io stavo mettendo a punto gli esseri intelligenti, e quelle sono bestioline pericolose, che basta distrarsi un attimo e ti vengono male, e tu disgraziato che fai? Me li togli dalle mani proprio quando stavo sistemando le regole del sesso? Ora per colpa tua riguardo a quello ci sarà la completa anarchia”.
“Beh .. se è così mi dispiace nonnino, e senti .. tu per sesso intendi come quando il babbo e la mamma dicono che sono stanchi, e vanno a letto prima del solito e mi lasciano davanti alla televisione?”.
“Ma certo, proprio quello. Solo per la riproduzione della razza, ovvio, come si fa in tutte le specie davvero intelligenti”.
“Ah .. beh, io ho solo otto anni e non me ne intendo, ma allora quanto spesso lo si sarebbe fatto?”.
“Facile a dirsi con i due genitori che vivono seimila anni e la completa fertilità, ci devono essere ben due accoppiamenti ogni seimila anni, appunto”.
“Ah. Allora sai che ti dico? Che non mi dispiace più tanto d’aver fatto il guaio, anzi meno male, perché altrimenti che altro restava da fare al babbo e la mamma durante le sere d’inverno, se non rompere le tasche a me?”.
“Colossale idiota, per colpa tua dovrò aspettare che questo universo difettoso finisca, e solo dopo potrò cominciarne un altro”.
“Eh … ma non c’è mica fretta, eh? Allora io vado e torno nel mio tempo, ciao nonnino, stammi bene, eh?”.
“Porcaccia la miseria .. la prima cosa che farò nel mio nuovo universo sarà “.
“Più fumetti e gelati per tutti forse?”.
“No. Però farò in modo che questa volta i viaggi nel tempo siano davvero impossibili, tiè!”